Raccontaci un po’ di te e del tuo percorso e come sei arrivato alla local.

 

Il mio percorso nel mondo digitale è iniziato più di 10 anni fa. Inizialmente mi occupavo di creazione di siti web per attività sul territorio ma la mia passione per questo mondo ha fatto sì che mi avvicinassi al mondo della SEO facendone una vera e propria professione.

Seguendo queste piccole attività locali ho iniziato a scoprire l’infinita varietà di intenti di ricerca delle persone per soddisfare un bisogno in Serp.

Anche grazie a questi fattori, ho deciso di focalizzare la mia attenzione sul local search marketing ; ad oggi mi occupo delle strategie per attività singole, franchising e multisede sul territorio.

 

Cosa ti ha colpito del concetto di local marketing, tanto da farne una vera passione?

 

La concretezza e la relazione che si crea tra aziende e i loro clienti.

Nel mondo Local l’intento di ricerca è molto più chiaro e più profondo, i potenziali clienti cercano qualcosa e si aspettano di vedere esaudite le loro necessità.

Le attività e le aziende devono essere pronte a sfruttare i “micromomenti “delle persone per intercettarne i bisogni tramite le loro ricerche.

Il concetto di local marketing mi ha sempre affascinato soprattutto perché unisce i concetti di online e offline creando una sinergia unica tra le due cose; essa infatti oltre a garantire visibilità ai progetti sul web potenzia altresì il traffico pedonale all’interno degli store.

Posso affermare con grande orgoglio di essere stato uno dei primi a lavorare utilizzando la strategia omnichannel, al tempo sconosciuta a molti.

Perché un brand di moda dovrebbe investire sul concetto di local?

 

La risposta è molto semplice. La maggior parte dei brand di moda, oltre ad avere uno store online ha il proprio store fisico quindi ha maggiori possibilità di conversione, vale a dire maggiori possibilità di trasformare i potenziali clienti in clienti (drive to store, traffico pedonale nei negozi fisici).

Secondo gli ultimi dati, gli acquisti effettuati presso il negozio sono aumentati in maniera esponenziale soprattutto dopo l’allentamento delle restrizioni imposte durante il periodo della pandemia.

Risulta essere estremamente importante avere quindi un’ottima strategia di local search marketing in modo tale da ottenere visibilità online per risultare competitivi e vincenti.

 

 

Quali sono i canali che rendono più performante una campagna di local marketing?

 

Sicuramente la local SEO è uno dei canali più performanti, esaudisce la richiesta del potenziale cliente grazie a Google Business Profile (ex Google My Business)e permette di dare maggiore visibilità ai risultati organici geolocalizzati in SERP.
Ma più che soffermarmi sui singoli canali garantisco che ad oggi la strategia da adottare è una delle cose più importanti. La strategia Omnichannel racchiude alla perfezione le pratiche di lavoro per poter mettere l’utente al centro del nostro percorso di comunicazione.

Se parliamo di attività multisede (con tanti punti vendita sul territorio) lavorare con uno store locator ottimizzato nel sito web e con la gestione ottimizzata di tutte le schede su Google Business Profile, può sicuramente valorizzare il lavoro fatto con campagne su Google Ads. Banalmente, impostando correttamente le estensioni di località possiamo far visualizzare ai nostri potenziali clienti il punto vendita più vicino, in base a dove viene effettuata la ricerca.

L’importante è avere un obiettivo per definire la strategia migliore da attuare per garantire ai nostri potenziali clienti informazioni preziose su tutti i touchpoint offline e online nella loro customer journey.

 

 

Dacci qualche dritta per iniziare.

Sapete qual è una delle cose più complicate da gestire nel mondo Local? La coerenza delle informazioni di contatto su tutti i canali presidiati.
Se non forniamo informazioni corrette e coerenti rischiamo di confondere il motore di ricerca ma soprattutto le persone.

Ottimizzare al meglio la propria scheda Google Business Profile, implementando quanto più possibile tutte le sezioni messe a disposizione dal tool.

Se si possiede un sito web, fare in modo che questo sia fornito di buoni contenuti a livello locale per rendere la tua attività autorevole.

Per attività con più punti vendita sul territorio create per ognuna di esse una local landing page con tutte le informazioni di contatto principali, controllando che queste siano coerenti su tutti i canali presidiati.

Per curare al meglio la nostra brand reputation ricordiamoci di gestire in maniera appropriata le recensioni e di essere proattivi nell’ottenerle.

 

Di cosa ci parli nei nostri master?

 

Nel master parlo di come sfruttare il Local Search Marketing all’interno di una strategia Omnichannel.
Soffermo l’attenzione sullo strumento per eccellenza della Local Seo, Google Business Profile, andando ad esplorare tutte le singole sezioni che possiamo implementare per aumentare la nostra visibilità online e per rafforzare le visite nei negozi fisici.